Daniela Sandoni

Workshop dell'acquerello

Daniela Sandoni

Daniela Sandoni

ARTISTA

La mia ricerca artistica è nata in me senz’altro fin dalla più tenera età. Pur non avendo effettuato studi specifici (scuole d’arte o accademie ecc.), da sempre lo spirito dell’arte ha illuminato la mia vita con un’esplosione di colori effervescenti che accompagnano il mio viaggio alla scoperta del mondo.
Da autodidatta la mia scelta compositiva è motivata dal desiderio di raccontare la vita attraverso la scena dei miei quadri, quasi fossero storie in movimento, piccoli luoghi di avventure minori dove sta accadendo qualcosa: una porta socchiusa, un piccolo fuoco in lontananza, una luce accesa, situazioni queste che testimoniano presenze un po’ misteriose di qualcuno che ha appena abbandonato il palcoscenico del quadro. Cerco inoltre di adeguare colori ed atmosfere al sentimento ed alle emozioni, ma anche al tempo che passa, adoperando di volta in volta colori intensi, limpidi, brillanti, dorati, segreti eppure luminosi anche nel buio, con tutte quelle gradazioni che, dall’alba, notte compresa, accompagnano la vita dell’uomo.
Le mie opere nascono da una profonda rielaborazione di esperienze e memorie recenti e passate, espresse con pittura scrupolosa ed attenta alla tecnica, ma anche alla fantasia.
I momenti propizi da cui traggo spunto, avvengono in situazioni di passaggio: dal finestrino della macchina, pedalando in bicicletta, prima del sonno e del risveglio, ecc…
Prima di dipingere giro e guardo il mondo con curiosità e sorpresa; poi lascio riposare per un po’ di tempo i pensieri, quindi, al cavalletto do forma e colore a queste impressioni. Infine, momento spettacolare, con l’ombra per me indispensabile, inserisco il tempo che da la vita al quadro. Rifletto sull’immagine, controllo che tutto sia completato, se il quadro è pronto a
raccontare la sua storia, se c’è l’aria, il profumo, il suono, la tenerezza e…,
l’opera è compiuta.
È il quadro alla fine che guarda chi lo osserva, e, se è ben riuscito, la sua immagine è poesia.

Si dice che gli artisti abbiano il privilegio di poter creare un mondo a loro piacere.
Per quanto mi riguarda ho sempre rappresentato una natura tranquilla, in cui tutte le possibili occasioni di albe, meriggi e tramonti, di campi, prati, e giardini, di fiori e di frutti, fossero un’occasione per fare pittura in omaggio alla bellezza del mondo. Inoltre, poiché il bello è anche il simbolo del bene morale (Kant, “La critica del giudizio”), ho cercato di non renderlo lezioso, artificioso o banale, di non adoperare un gusto puramente decorativo, ma di trasmettere il senso della composizione dell’armonia cromatica con una consapevole oculatezza nei dettagli. Alludere ad una storia, più che raccontarla, è, secondo me, il modo migliore per non togliere aria all’ambiente.
In questo modo le piccole storie prosaiche, le normali situazioni quotidiane che dipingo, potrebbero donare una pausa al respiro affannato della vita odierna. Infatti il mio percorso creativo propone piccole avventure del mio universo quotidiano e trae spunto dagli itinerari reali del territorio in cui vivo con l’intento di infondere piacere e sentimento.
Non mi limito a descrivere in modo accattivante solo quello che vedo, ma cerco di cogliere anche le emozioni dello spirito, gli attimi sospesi, le memorie recenti e lontane, cosicché, se il quadro è ben realizzato, arricchirà il cuore di chi lo osserva.
Tutto questo, in tempo di internet, di innovazioni tecnologiche, di video, installazioni e performance, può sembrare anacronistico, ma sono certa che non è così e continuerò a dipingere per appagare la mia anima ed arricchire
la nostra visione della natura. Se lo sguardo della società, politica e civile, fosse più attento e corretto nei riguardi dell’arte, molti artisti potrebbero avere più possibilità di farsi conoscere, senza dover soggiacere alle richieste economiche del cosiddetto “mercato”, o rimanere nascosti e sconosciuti.

Daniela SANDONI, nata a Roma nel 1950, vive e lavora in San Giuliano Terme (PI), via G. Gigli,11
Tel. 050820273 – cell: 331 1091980; e-mail: sandoni@tiscali.it; sito web: danielasandoni.it

Cosa e come dipinge
Le sue opere su tela, su tavola o su carta sono realizzate ad olio, acrilico, alchidico o acquerello e descrivono paesaggi toscani dalle tinte calde e decise.
Appare irruente, sui primi piani, una geometria anelastica che contrasta con morbidi orizzonti dai sapori eterei, incommensurabili, quasi d’ascendenza leo-nardesca. Siamo di fronte ad uno scenario nel quale entrano in collisione il ricercato e lo schietto, il primordiale e l’evoluto; ed è proprio nell’inseguire que-sto difficile equilibrio che si genera un dialogo poetico, dai caldi toni mediterranei, che fa, di Daniela Sandoni, una pittrice senza compromessi e dall’immediata trasparenza. (Tullio Casilli)

Principali mostre, lavori e riconoscimenti:
1° Premio “Carnevale di Viareggio”, Viareggio (LU), 1979;
Collettiva “Libreria delle Donne”, Pisa, 1979;
Collettiva “Sotto le Sette Volte”; Pisa, 1980;
Collettiva “Gruppo Arte Laboratorio”, c/o Comune di Pisa, Pisa, 1980;
Collettiva “Gruppo Arte Laboratorio” c/o Comune di Montopoli Val d’Arno, Montopoli V.A. (PI), 1981;
5° Premio “Città di Carrara”, Carrara (MS), 1981;
“Plexigrafie”, Sala d’Arte “Europa 200”, Viareggio (LU), 1982;
Personale Galleria “Arte Casa”, Pisa, 1982;
Personale Galleria d’Arte “Intervallo”, Roma, 1983;
“Incisioni” Collettiva “Gruppo Arte Laboratorio”, Pisa, 1984;
Personale c/o Saletta “Gruppo Arte Laboratorio”, Pisa, 1984;
Collettiva “Galleria dei Leoni”, Via Margutta, Roma, 1984;
Collettiva “Gioco del Ponte”, Pisa, 1985
Personale c/o “Bagno la Pace”, Tirrenia (PI), 1985;
Personale “Galleria Intervallo”, Roma, 1985;
Collettiva “Fiera di Piadena”, Piadena (CR), 1985;
Personale c/o “I.N.A.I.L. Parioli”, Roma, 1985;
Personale Galleria “Oro del Tempo”, Palazzo Doria, Roma, 1986;
Campagne Pubblicitarie per l’U.S.L. di Pisa, 1987/1988;
Illustrazioni di libri per adulti e bambini, 1989/1990;
3° Premio per un Monumento Brigata Paracadusti Folgore, Pisa, 1992;
Esposizione Galleria “Il Pisanello”, Pisa, 1993;
Personale Galleria “Il Prato dei Miracoli”, Pisa, 1995;
Personale “Animali in Carriera”, “Showroom Oman Kayam”, Pietrasanta (Lu), 1995;
Personale c/o “S.M.I.Par. Circolo Ufficiali”, Pisa, 1996;
Premio Assessorato Cultura della Provincia di Pisa, “Concorso Volpi”, Pisa, 1996;
Personale Galleria “Agostino Tortora”, Ferrara, 1996;
Scenografia “Miles Gloriosus” c/o “Maschio di Volterra”, Volterra (PI), 1998;
Personale Galleria “Blue Chips”, Lucca, 1998;
Collettiva “Castello di Nozzano”, Nozzano (LU), 1999;
Personale Galleria “Pegaso”, Forte dei Marmi (LU), 1999;
Collettiva Galleria “Blue Chips”, Lucca, 2000;
Collettiva “Francigena nel Medioevo”, Galleria “Blue Chips”, Lucca, 2000;
Personale “Memorie di provincia”, chiesa S. Maria della Spina, Pisa, 2001;
Personali “Paesaggi toscani”, galleria civica di Balassagyarmat (Hungary), 2001;
Collettiva Galleria Il Tempio dell’Arte, Livorno, Natale 2001;
Invitata dal Comune di Angers (F) a partecipare alla 3ème FESTIVAL DES QUAIS, 2002;
Personale “Florilegio” c/o giardino storico delle suore di Padre Agostino, Pisa, 2002;
Collettiva San Vito dei Normanni (BR), 2002;

Personale, con il patrocinio della Provincia e del Comune di Pisa, c/o “non cucine” ROYAL VICTORIA HOTEL di Pisa, Pisa, 2002;
Esposizione permanente nella Chiesa di San Giorgio al Todesco di Pisa (sede della delegazione pisana dei Cavalieri del Santo Sepolcro) dell’opera “Annunciazione 2004” commissionata nell’ambito delle manifestazioni legate al Capodanno Pisano 2004 (Il capodanno pisano corrisponde all’anno 2003 del nostro calendario);

Collettiva “iconografia della lettura”, Bibilioteca comunale di Pisa, Pisa, 2003;
Personale c/o “Ippodromo di San Rossore”, Tenuta di San Rossore, Pisa, 2004;
Personale “Natural… mente” c/o giardino storico G. Arcidiacono, Pisa, 2004;
Personale c/o Centro Culturale Mauro Monni, con il patrocinio del Comune di Buti (PI), Buti (PI), 2004;
Personale c/o Galleria “Il magazzino”, Molina di Quosa (PI), 2004;
Personale “Paesaggi di Toscana” c/o Galleria Zanetti, Bozzolo (MN), 2005;
Personale “Colori di ieri e di oggi) c/o Comune di Montescudaio (PI), 2005;
Personale “Le donne nel mito” c/o Casa della Donna (PI), 2006;
Esposizione di opere alla serata “Poesia e Musica” c/o Teatro “G. Verdi” di Pisa (PI), 2006;
Collettiva “Mostra Aghinolfiana”, Cinquale (MS), 2006;
Collettiva Galleria YOSHI, Nara, Japan, 2007;
Esposizione opere Galleria “GIO’ ART” Lucca, 2007/2008;
Esposizione opere Galleria “IL GATTO MAMMONE” Pisa, 2007/2008;
Selezionata tra i finalisti dell’ “8° Premio Nazionale Citta’ di Novara” (NO) 2008;
Personale “Dipinti” c/o Circolo Culturale ARCI “Old West”, San Giuliano Terme (PI), 2009;
Inserimento nel volume “Donne dell’arte in toscana”, Campi Bisenzio (FI), 08/03/2009;
Primo classificato “PREMIO NAZIONALE ANTICHE REPUBBLICHE MARINARE”. Pisa, 2009;
Personale “Di…vini colori” c/o Enoteca “Idea Vino”, Viareggio (LU), 2009;
Concorso Premio Arte Donna Provincia di Livorno “Trame di futuro” c/o Complesso della Gherardesca (LI), 2009;
Premio Arte Donna “Lavoro è donna”, Livorno, 2010;
Collettiva “ASPETTANDO – Figure della maternità-, Bagni di Pisa Resort & Benessere, San Giuliano Terme (PI), 2012;
Personale c/o FONDAZIONE CERRATELLI, Villa Roncioni, San Giuliano T. (PI), 2112;
Menzione concorso “Kinzica Dei Sismondi”, Pisa, 06/2013;
Collettiva “Pisa in Fiore”, mostra mercato città di Pisa; 03/2015;
Collettiva “Presenze contemporanee”, Busto Garolfo (MI), 02-17/03/2016;
Personale “Paesaggi in…Mobili”, Melani Mobili, Pontasserchio (PI), 23/07/2016;
Secondo posto concorso “Fuori dal tempo”, MdS editore, San Rossore (PI), 20/09/2016;
Personale “Di bianco e di rosso”, spazio espositivo “sopra le logge” Pisa, 09/06/2017;
Collettiva “Il percorso delle natività” Parco Comunale, Calci (PI). 25/12/2017 – 30/01/2018;
Personale “Dedica a Tabucchi”, foyer Teatro Olimpia, Vecchiano (PI), 23/3/2019;
Collettiva “San Valentino”, Centro Polivalente, Pisa, 14/02/2019;
Esposizione permanente opera presso il “Real Collegio” di Lucca dal 06/2019;

Sue opere si trovano ad Auckland (NZ), proprietà privata Ferraro; a Yorktown Heights N.Y. (USA), proprietà privata Trager; ad Angers (F), proprietà privata Martinelli; a Ballassagyarmat (H), proprietà privata Backo; a Londra (U.K.), proprietà privata I. Bostock; a Nara (Japan), proprietà privata Yoshiko Doi;

Ha illustrato fiabe, manifesti, campagne sanitarie, video, testi di carattere educativo per il Comune, l’Ospedale e la USL di Pisa nonché per scrittori e poeti;
Ha tenuto corsi di pittura per bambini e per insegnanti nei comuni di Pisa, Calcinaia e Vecchiano;
Ha ideato e diretto due filmati presentati alla Biennale del Cinema per Ragazzi di Pisa;
Ha tenuto corsi di pittura c/o Centro Pisano Di Cultura Permanente Università Degli Adulti (UNI.DE.A);
Ha curato “Segni e sogni” rubrica d’arte sul giornale on line “La voce del Serchio”, 2014/15/16.

Hanno scritto di lei:
S. DELL’OMODARME (poeta); M. LODI (scrittore); L. TOMASI TONGIORGI (docente universitaria); O. BIAGIONI (critico d’arte, scrittore); M. T. FILIERI (direttore musei statali di Lucca); B.T. ELEMÉR (critico d’arte e giornalista ungherese); L. MATTONAI (poeta); D. CARLESI (critico d’arte, scrittore); T. PALOSCIA (critico d’arte, giornalista); T. CASILLI (critico d’arte, giornalista); A. L. VIOLANTE (giornalista); M. TURCO BOSCO (scrittrice).

Alcune opere: